Condividi Articolo

È tristemente risaputo che il tabacco è nocivo per l’uomo e che il vizio del fumo è tra le pricipali cause di malattie e di morte prematura nel mondo. Ai Pazienti tabagisti consiglio di smettere di fumare, in quanto l’uso (e l’abuso) del tabacco influenza tutti gli organi dell’organismo e favorisce e accelera la comparsa di:

  • malattie respiratorie: enfisema, asma, bronchite,polmonite batterica, tubercolosi…
  • malattie cardiovascolari: aterosclerosi, ipertensione, ictus, problemi coronarici, trombosi…
  • tumori: polmone, laringe, faringe, esofago, stomaco, vescica, utero, mammella…
  • problematiche in gravidanza: parto prematuro, difetti placentari, crescita ritardata, aborto…
  • altre condizioni patologiche: osteoporosi, malattia di Alzheimer, formazione di rughe, menopausa precoce…

Ma quali sono gli effetti di sigarette, sigari, tabacco da masticare, ecc. sul cavo orale?

Sfortunatamente il vizio del fumo è in relazione con numerose manifestazioni orali patologiche e la modalità e progressione di queste ultime possono variare a seconda della frequenza e della durata dell’uso. Ecco alcune tra le problematiche più comuni:

  • fattori estetici: alitosi, macchie su denti,protesi e apparecchi ortodontici, pigmentazione delle otturazioni, alterazioni del gusto e dell’odorato…
  • problemi gengivali: gengivite, parodontite o piorrea (con progressiva perdita di osso di sostegno), recessioni gengivali, perdita di elementi dentari, fallimento implantare (perimplantite)…
  • problemi alle mucose: candidosi, cicatrizzazione ritardata delle ferite, lingua nigra villosa, stomatite nicotinica…
  • problemi dei tessuti duri: abrasione dentale, perdita del dente…
  • lesioni precancerose e cancerose: leucoplachia (lesione biancastra), eritroplachia (lesione rossastra), carcinoma a cellule squamose…

“Non è mai troppo presto per smettere di fumare” non è una frase fatta ma una sacrosanta verità: gli effetti della cessazione dell’utilizzo della sigaretta si fanno sentire già dai primi giorni sul nostro organismo (e sull’umore di chi ci sta attorno!). Essendo il tabacco una sostanza che crea dipendenza, è facile ricadere in una crisi d’astinenza, ma diversi sono i metodi per aggirare il problema: le cicche alla nicotina, i cerotti anti-fumo e la sigaretta elettronica (i cui effetti collaterali sono ancora in fase di osservazione) ne sono un esempio.

Il vostro dentista e il vostro igienista dentale possono fornirvi l’aiuto necessario per prevenire l’uso (e abuso) del tabacco e l’opportunità di aderire a un programma di cessazione del fumo. Affinchè la vostra salute sistemica e orale possano migliorare, i passi più importanti da compiere sono due: chiedere l’aiuto di uno specialista competente e far sì che la vostra forza di volontà sconfigga la tanto tossica quanto desiderata sigaretta.