Condividi Articolo

Sono arrivate la bella stagione e le prime giornate di sole, dopo i lunghi e freddi mesi invernali; primavera significa boccioli e alberi in fiore, ma per i milioni di persone che soffrono di allergie stagionali significa anche starnuti, congestione, naso che cola e altri fastidiosi problemi.

Le allergie stagionali consistono in una reazione del sistema immunitario nei confronti di sostanze di per sé innocue, come il polline rilasciato dalle piante, e possono colpire soggetti di qualsiasi età.

I sintomi ricordano quelli di un fastidioso raffreddore ma possono comprendere anche prurito e bruciore alla gola; generano spesso un disagio non indifferente e possono interferire con la vita quotidiana, ma in linea di massima non sono in grado di scatenare crisi allergiche che possano portare a complicazioni più serie.

Le allergie stagionali, nei bambini come negli adulti, possono comparire anche se in passato non si è mai sofferto di tali disturbi e i sintomi, in molti casi, tendono a scomparire col passare degli anni, come accade anche con altri tipi di malattie allergiche.

Prevenzione

Il trattamento delle allergie stagionali parte innanzitutto dalla prevenzione. Evitate quanto più possibile l’esposizione ai pollini (soprattutto tra le ore 5:00 e le ore 10:00 del mattino)

Porte e finestre di casa è bene che stiano chiuse, anche durante la notte, per evitare che il polline entri in casa.

Evitate di stendere i panni ad asciugare all’aperto durante i mesi critici e di tagliare il prato quando i livelli di polline nell’ambiente sono alti (meglio delegare a qualcun altro i lavori di giardinaggio).

Quando capita di stare all’aperto, è molto importante togliersi immediatamente gli abiti una volta rientrati a casa, e possibilmente fare una doccia per rimuovere le tracce di polline da capelli e cute.

Nei mesi clou è consigliabile iniziare ad assumere degli appositi medicinali anallergici, anche prima della comparsa dei sintomi, qualora foste sensibili ai pollini.

Trattamenti

Non esiste una vera e propria cura per le allergie stagionali, ma è possibile alleviare i sintomi; se questi compaiono, ci sono molti tipi di medicinali che possono offrire sollievo, tra cui:

  • Antistaminici, utili a ridurre starnuti, prurito, secrezioni nasali e lacrimazione, possono però causare sonnolenza.
  • Decongestionanti, possono fornire un sollievo temporaneo dalla congestione nasale, ma va evitato l’uso prolungato, in quanto potrebbero aggravare i sintomi.
  • Spray Nasale, allevia i sintomi delle allergie stagionali e non implica particolari effetti collaterali indesiderati. È ancora più efficace se lo si inizia ad utilizzare prima della comparsa dei primi sintomi.
  • Farmaci combinati, che uniscono antistaminici e decongestionanti.

Naturalmente sono sconsigliatissime le cure fai-da-te, che potrebbero anche aggravare i sintomi: rivolgetevi sempre al vostro medico prima di intraprendere un trattamento curativo o preventivo.

In conclusione, prima di accontentarsi di fiori di plastica e di piante artificiali, provate queste semplici ed efficaci strategie: anche se non si possono evitare completamente le allergie stagionali, è possibile ridurne le conseguenze e godersi la bella stagione.