I NOSTRI FOCUS

null

Radiologia

Lo Studio è dotato di strumenti tecnologici all’avanguardia: basti nominare la tomografia volumetrica Cone Beam.Leggi di più »
null

Implantologia

Un focus importante, grazie alle competenze del Team, è sull’implantologia tradizionale e a carico immediato, protesi.Leggi di più »
null

Chirurgia

In ambito chirurgico, in studio operiamo: lembi parodontali, innesti di osso, rialzi del seno mascellare.Leggi di più »

ALTRI TRATTAMENTI OFFERTI IN STUDIO

VISITE SPECIALISTICHE

Durante la visita specialistica, vengono controllati l’aspetto e le funzioni delle diverse componenti della bocca, sia i “tessuti molli” (labbra, guance, palato, lingua, gengive) che “duri” (i denti). È bene recarsi dal dentista per una visita di controllo e prevenzione ogni sei mesi. Anche se non sono presenti sintomi o difetti evidenti, non è detto che non vi siano patologie in fase iniziale, per esempio carie e tartaro.


ABLAZIONE TARTARO

L’ablazione del tartaro consiste nella rimozione ed eliminiazione del tartaro depositato sui denti e sulla porzione coperta dalla gengiva. È di fondamentale importanza per la prevenzione delle patologie gengivali e parodontali.Il trattamento viene eseguito normalmente con frequenza annuale ma, in specifiche situazioni, potrebbero essere necessarie anche più sedute nell’arco dei dodici mesi.


SCALING E ROOT PLANING

Per scaling, o ablazione del tartaro sopragengivale, si intende la rimozione di tutti i contaminanti batterici sotto forma di placca o tartaro presenti sulle superfici dentarie e protesiche esistenti nel cavo orale. Può essere eseguita manualmente o con strumenti a ultrasuoni, detti ablatori del tartaro. Si suggerisce di eseguire l’ablazione del tartaro almeno una volta all’anno in occasione della visita periodica di controllo, o in presenza di gengivite. Il root planing, o levigatura delle radici dentarie, prevede la rimozione del tartaro e dei tessuti contenenti batteri che giacciono sulle radici dei denti all’interno delle tasche parodontali. La rimozione di questi tessuti infetti è di fondamentale importanza per il controllo della malattia parodontale e per una corretta igiene orale di mantenimento. Viene eseguita manualmente e con strumentazione ultrasonica, oppure chirurgicamente, in caso di tasche parodontali molto profonde, in associazione a chirurgia rigenerativa o resettiva.


TRATTAMENTI ENDODONTICI

Per trattamento endodontico, o terapia canalare, si intende la rimozione della polpa dentaria andata in necrosi a seguito di infezione batterica. Questo può avvenire, per esempio, a causa di una lesione cariosa profonda. Dopo un’accurata pulizia e disinfezione dei canali radicolari che accoglievano la polpa infetta, lo spazio viene riempito con apposito materiale plastico (guttaperca).


EXODONZIA SEMPLICE E COMPLESSA

L’exodonzia è la pratica delle estrazioni dentali. Le principali evenienze per cui si è obbligati a estrarre un dente sono la carie estesa alle radici e la malattia parodontale, che ne compromette il sostegno. Talvolta i denti possono essere estratti per motivi ortodontici: tipicamente, guadagnare spazio in arcata. I denti del giudizio possono invece dover essere estratti per varie ragioni: tra le altre, malposizionamento, inclusione ossea e infiammazione gengivale. Le estrazioni sono interventi relativamente semplici. Talvolta possono presentare complicazioni, ma si effettuano sempre in anestesia locale. Nella gran parte dei casi, non sono necessarie suture post-operatorie.


ORTODONZIA FISSA TRADIZIONALE

L’ortodonzia si occupa di allineamento dei denti. In questo caso vengono utilizzate tecniche tradizionali, con attacchi autoleganti, senza ausilio di legature elastiche.


OTTURAZIONI ESTETICHE

Superata l’era delle otturazioni in amalgama, le resine moderne, dette “compositi”, permettono di ricostruire qualunque dente danneggiato da patologie o traumi in maniera quasi invisibile. Le resine composite presentano infatti una vasta gamma di colori da sovrapporre o mischiare, per imitare il meglio possibile la natura.


FACCETTE ESTETICHE

Le Faccette Estetiche sono ricostruzioni adesive preparate in laboratorio e applicate sui denti per migliorarne l’aspetto. I materiali per la realizzazione delle faccette consentono oggi di replicare fedelmente le caratteristiche dei denti naturali. I risultati estetici sono quindi di alto livello, sia per forma che per colore. Vengono utilizzati in genere disilicati e ceramiche, che possono essere lavorati anche in spessori estremamente sottili, evitando di alterare la forma dei denti naturali.

FLUORIZZAZIONE

La fluorizzazione è considerata una manovra di prevenzione della carie, al pari delle sigillature, ma può anche essere terapeutica per chi soffre di ipersensibilità dentale. Prevede l’applicazione di un gel al fluoro, mediante apposite mascherine monouso, per qualche minuto ad entrambe le arcate dentarie. È vivamente raccomandata anche prima dell’applicazione e subito dopo la rimozione delle apparecchiature ortodontiche fisse.


SBIANCAMENTO DENTALE

Lo sbiancamento può essere effettuato su un solo dente o un’intera arcata, fino ai premolari. Si effettua mediante applicazione di gel a base di perossido di idrogeno o perossido di carbammide, sotto controllo medico. Viene solitamente richiesto per minimizzare discromie di denti devitalizzati o macchiati da alterazioni patologiche dello smalto. Qualora venga richiesto per migliorare la tonalità della dentatura completa, si parla di sbiancamento puramente estetico.


CURA DELLE CARIE

La carie è un processo di demineralizzazione del dente che provoca la sua erosione. È dovuta all’azione di batteri che, depositandosi, creano un ambiente acido. Questo determina il disfacimento delle componenti dure del dente. La cura delle carie consiste nell’eliminazione, da parte del dentista, della zona infetta del dente; con essa, vengono rimossi anche tutti i  batteri che l’hanno provocata. La parte del dente erosa dalla carie viene, quindi, ricostruita. I materiali di ricostruzione, un tempo prevalentemente di colore grigio, in metallo (si trattava di amalgame dentali costituite da argento, piombo, mercurio) sono stati ad oggi sostituiti da compositi che si mimetizzano con il dente.


ORTODONZIA MOBILE E INTERCETTIVA

L’ortodonzia mobile funzionale viene utilizzata su pazienti nell’età di sviluppo, per risolvere alterazioni di conformazione mascellare e mandibolare che inducono maleocclusioni.


TECNICHE ESTETICHE (INVISALIGN)

Si tratta di un innovativo trattamento ortodontico. Consiste nell’utilizzo di una serie di mascherine trasparenti progressive, che inducono allo spostamento i denti disallineati.


CURA DEI DENTI DECIDUI

I denti decidui, detti anche denti da latte, possono cariarsi, così come accade a quelli definitivi. La loro cura è importante perché, con la loro permanenza nel cavo orale, favoriscono la corretta eruzione dei denti definitivi. Le procedure attraverso cui si curano i denti dei bambini, sebbene sostanzialmente analoghe a quelle dei denti permanenti, si espletano in maniera differente. È importante che le sedute dal dentista siano brevi, per non traumatizzare i bambini e per abituarli gradualmente all’ambito medico. Questo genere di approccio ne conquista la fiducia. Fondamentale è anche il ruolo dei genitori, che devono preparare psicologicamente i piccoli pazienti a sottoporsi alle sedute dal dentista.


PER INFORMAZIONI E APPUNTAMENTI