Condividi Articolo

Può capitare che un problema di tipo odontoiatrico si presenti inaspettatamente, senza che il paziente abbia l’immediata possibilità di recarsi dal dentista. Come gestire l’emergenza al meglio e con relativa calma?

Ecco una serie di situazioni-tipo.

Nel caso di un trauma dentale (dovuto a un colpo in faccia o un morso a qualcosa di estremamente duro), il dente può scheggiarsi o frantumarsi.

Nel caso di una scheggiatura, anche in assenza di dolore, rivolgersi al più presto al proprio odontoiatra: egli potrà valutare se il danno è superficiale oppure se il dente necessita di un intervento di devitalizzazione (nel caso la polpa vitale sia coinvolta), e provvedere poi a sistemare esteticamente l’elemento dentario. Se la scheggiatura del dente ha dato origine a un bordo particolarmente tagliente, si consiglia di coprirne la superficie con un pezzetto di paraffina o di cera.

Nel caso della rottura di un dente, sciacquate la cavità orale con acqua tiepida, con una garza eseguire pressione sull’area finchè il sanguinamento non si ferma e alleviare dolore o il gonfiore applicando del ghiaccio sulla guancia o sulle labbra in prossimità del dente danneggiato. Contattate il vostro dentista al più presto e se trovate il frammento di dente che si è staccato, mantentelo idratato con la saliva: sarà poi lo specialista a decidere se sia meglio riattaccarlo o eseguire un’otturazione (ed eventuale devitalizzazione).

Nel caso della decementazione di una corona o di un ponte, si consiglia di recarsi in farmacia e acquistare del cemento provvisorio per corone, che può essere facilmente preparato seguendo le apposite istruzioni. Prendere poi un appuntamento con il proprio dentista per una cementazione definitiva (che è assolutamente necessaria per evitare spiacevoli “incidenti”…)

Se ci si accorge della formazione di strane macchioline, fistole o bolle nel cavo orale, attendere all’incirca 15 giorni prima di recarsi dall’odontoiatra: nel caso queste non scompaiano da sole, sarà poi lui a valutare la lesione e a consigliarvi la migliore linea d’azione.

Un dolore improvviso più o meno definito a un dente può essere causato da una carie profonda che ha invaso la camera pulpare. Solo il dentista può valutare la vitalità del dente e risolvere il problema: perciò contattatelo il prima possibile per evitare complicazioni o l’aggravarsi del problema. Solo previa prescrizione del vostro medico o odontoiatra, potrete assumere un analgesico (come ad esempio l’ibuprofene).

E nel caso l’emergenza si presenti in viaggio?

Come prima cosa contattate telefonicamente il vostro studio dentistico di riferimento, i cui dottori potranno aiutarvi ad affrontare il problema. Successivamente, cercate uno studio nelle immediate vicinanze: grazie a Internet ora è facile trovare con pochi click studi odontoiatrici affidabili, anche all’estero. Pretendete sempre in ogni caso massima serietà e il mantenimento delle norme d’igiene e sicurezza! In ultimo, al vostro ritorno, fate una visita di controllo con il vostro odontoiatra di fiducia, che potrà valutare se le cure a cui vi siete sottoposti sono da considerarsi complete e durature.

images