Condividi Articolo

La cervicale: domande e risposte da osteopata

Sentiamo spesso parlare di cervicale, ma cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta rispondendo alle principali domande poste quotidianamente dai pazienti che soffrono di questo fastidioso problema.

Cos’è la cervicale?

Con il termine “cervicale” si intende la porzione superiore della colonna vertebrale (rachide), composta da sette vertebre, numerate dall’alto al basso in base alla posizione che occupano.

Di cosa parliamo quando diciamo “dolore cervicale”?

Per dolore cervicale si intende un dolore localizzato al rachide cervicale, ovvero al collo. Si tratta di un sintomo molto frequente nella popolazione e talvolta può essere molto invalidante per il paziente.

Quali sono le cause che possono portare dolore alla cervicale?

Le cause di questo sintomo possono essere molteplici, si va dalle più gravi, per esempio una frattura, che può essere stata causata da un trauma, alle meno gravi e più comuni, come un dolore muscolare, o l’artrosi cervicale.

Innanzitutto è bene capire la causa del problema: cosa ci fa male, perché, e successivamente adottare le giuste terapie o rimedi per alleviare la sintomatologia. Approfondiamo il tema del dolore cervicale muscolo – tensivo. La muscolatura cervicale è composta da numerosi muscoli responsabili sia di dare stabilità sia di permettere il movimento al rachide cervicale. L’eccessiva tensione di uno o più di questi muscoli può essere responsabile del dolore cervicale.

Ma perché la muscolatura si contrae? Non vi è una sola risposta a questa domanda ma molteplici, tra le cause più comuni abbiamo: una postura “sbagliata”, uno sforzo eccessivo, un sovraccarico muscolare, problemi occlusali, situazioni di stress, etc.

Quando uno o più muscoli cervicali sono contratti il dolore può interessare non solo il collo, ma anche le spalle e la testa, da un solo lato o da entrambi a secondo della muscolatura coinvolta dalla contrattura.

La postura influenza la cervicale?

Assolutamente sì! Non bisogna pensare al collo come a un’entità a parte, ma come parte fondamentale di un unico sistema. Il rachide cervicale è il tratto più mobile del rachide e come tale deve adattarsi al resto della colonna vertebrale e in generale alla postura assunta dal soggetto.

Assumere una postura “corretta” soprattutto nelle attività quotidiane, come ad esempio al lavoro, è fondamentale.

L’osteopata tratta la cervicale?

La risposta è si, nel caso in cui il dolore cervicale sia di tipo muscolo-scheletrico, l’osteopata attraverso un’analisi posturale e la palpazione individua le zone responsabili della sintomatologia e tratta il sistema muscolo-scheletrico per riportare un corretto funzionamento del rachide ed eliminare le tensioni muscolari.